Anfiteatro Romano

L’Anfiteatro Romano è una delle principali attrazioni della città. Consiste di due metà sotto forma di ferri di cavallo. I Greci lo costruirono nel II secolo, in piena epoca romana. Inoltre, continuò a funzionare fino al VI secolo. A quel tempo, gli arabi invasero l’Egitto facendolo perdere il suo senso primario. Nel 1960, gli archeologi polacchi effettuarono degli scavi nel sito delle rovine del Forte Napoleone. Come risultato di questi scavi, gli archeologi hanno trovato un anfiteatro romano. Fu uno dei primissimi pezzi di architettura romana rinvenuti ad Alessandria.

Posizione dell’Anfiteatro Romano

L’antico teatro romano si trova nel centro di Alessandria, a Kom el-Dikka. Più precisamente, questo posto esiste vicino alla stazione ferroviaria.

La struttura dell’Anfiteatro Romano

Il teatro è uno degli antichi monumenti architettonici, che è sopravvissuto abbastanza bene ai nostri tempi. È l’unico teatro romano in Egitto. Quindi, questo posto gode di uno stile greco tradizionale.

L’arena è composta da due parti principali: l’auditorium – un’aula magna; lo skene – una sala per spettacoli. Tra queste sale c’era un luogo dove esisteva l’orchestra. La sala del teatro ha un diametro di 42 metri. All’esterno, i greci inizialmente decoravano l’edificio del teatro con alte colonne. Tuttavia, i romani ricostruirono e restaurarono questo teatro in seguito.

Ci sono 13 terrazze, con una piattaforma piatta al centro, al livello più basso. I greci facevano le panche di marmo, bianco o grigio; tuttavia, hanno realizzato la prima fila di granito rosso. Su ciascuno di essi, puoi vedere numeri romani scolpiti. La parte più antica del teatro è di circa 17 file con sedie, che ne ospitano circa 800. Poco al di sotto di questi luoghi, ci sono le stanze dove si trovavano gli attori prima di andare in scena, dove potevano cambiarsi i vestiti e riporre gli oggetti di scena necessari. Molto probabilmente, questo edificio aveva un tetto che proteggeva tutti gli spettatori dalla pioggia e dal sole intenso. Insieme alle rovine, fino ad oggi, esistono capitelli e colonne caduti. La sommità crollò nel VI secolo in occasione di un forte terremoto.

scavi

Col passare del tempo, il teatro si espanse notevolmente. Qui si trovavano solo luoghi di altissimo livello per le persone degli strati superiori della società. Gli archeologi hanno effettuato degli scavi sotto un cimitero musulmano ad Alessandria. A seguito di questi scavi, gli archeologi hanno trovato questo teatro romano perfettamente conservato dopo 30 anni. Il luogo è costituito da tutte le gallerie, sezioni di pavimento a mosaico e 800 posti a sedere per gli spettatori. Alcune registrazioni a terra per gli spettatori e sulle pareti del teatro lo dimostrano durante l’epoca bizantina. Questo luogo è stato testimone delle battaglie dei gladiatori, nonché della corsa dei carri. La parte settentrionale del teatro era molto probabilmente parte dell’università.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.