Isola di Shadwan

L’isola di Shadwan è la più grande isola della barriera corallina nello stretto di Jubal, conosciuta anche come Shaker Island. Allo stesso tempo, è un’isola rocciosa sterile. La corrente intorno a Shadwan è generalmente moderata, spostandosi da sud a nord. Inoltre, nel nord dell’isola esiste un’imponente parete verticale della barriera corallina che supera i 40 metri di profondità. Pertanto, i subacquei scendono a valle per esplorare la parete durante le immersioni in corrente. Inoltre, la barriera corallina abbonda di coralli e pesci. C’è un faro in primo piano per guidare le navi su quest’isola.

Posizione dell’isola di Shadwan

In generale, le isole del Mar Rosso esistono a una distanza di 35 chilometri dalle coste di Hurghada. In particolare, l’isola di Shadwan si trova vicino all’ingresso del Golfo di Aqaba nel Mar Rosso, a 35 km da Hurghada ea 325 km da Suez. Allo stesso tempo, si trova a 30 miglia a sud-ovest di Sharm el-Sheikh nella penisola del Sinai ea 20 miglia a nord-est di el Gouna.

Geografia dell’isola di Shadwan

L’isola di Shadwan ha l’isola di barriera più estesa nello stretto di Jubal, l’isola di Shaker. È un’isola rocciosa isolata la cui superficie supera i 70 km. Nella parte settentrionale dell’isola, c’è un enorme muro di barriera verticale a una profondità di oltre 40 metri.

 Shedwan è tra le famose zone di immersione. La corrente è generalmente moderata e va da sud a nord. I subacquei seguono la corrente per esplorare il muro attraverso immersioni in corrente: le barriere coralline che circondano l’isola attaccano questi subacquei. Inoltre, molti tipi di pesci vivono nella zona, tra cui coralli, pesci ventaglio e tartarughe embricate. Inoltre, sciami e bellissimi delfini si rifugiano nel luogo.

Abu Al-Nahhas è un’area di barriera corallina che assume una forma triangolare a nord-ovest dell’isola di Shadwan. È una delle zone marine più pericolose per yacht e barche. In passato, sette navi sono affondate intorno a questo luogo. Le barriere coralline rappresentano una minaccia per la sicurezza della navigazione perché esistono sulle corsie delle navi.

L’area di Abu al-Nahhas comprende i relitti della SS Carnatic, affondata nel 1896, la Kimon M, caduta nel 1978, la Crysola K caduta nel 1981 e la Guianes de “affondata nel 1983”. Quattro di questi relitti riposano sul fondo del mare a più di 30 metri di profondità. Le barriere coralline caratterizzano così tanto l’isola di Shadwan. L’isola di Shadwan è il più grande atollo di Shaaban nella regione dello stretto di Jubal.

Effetto terremoto su Shadwan

Il 31 marzo 1969, l’isola è stata testimone di un terremoto di magnitudo 6.6 sulla scala delle onde superficiali. Il sisma ha causato alcuni danni, tra cui numerose frane. Inoltre, il 9 aprile 1996, una stazione della rete sismologica di Hurghada ha iniziato a funzionare sull’isola. L’obiettivo principale di questa stazione è ottenere informazioni sulla sismotettonica del Golfo meridionale della regione di Suez. Le batterie solari fanno funzionare la stazione e la telemetria trasmette i dati sismici al Centro sismico di Hurghada.

Immersioni vicino all’isola di Shadwan

L’isola di Shadwan è anche la più grande isola della barriera corallina nello stretto di Gobal, l’isola di Shaker. Nella parte settentrionale dell’isola, troverai una massiccia barriera corallina semi-verticale a una profondità di oltre 40 metri.

La corrente è generalmente moderata; la sua direzione è da sud a nord. Pertanto, i subacquei scendono a valle per esplorare la scogliera con boccagli alla deriva. Le barriere coralline abbondano di coralli e pesci pinna, ma una selezione più ampia ed emozionante è disponibile per i visitatori che frequentano regolarmente il sito. I subacquei incontrano spesso squali pinna bianca e squali di barriera, le tartarughe pinna grigia e embricata, ma soprattutto i bellissimi branchi di delfini.

Attività turistiche vicino a Shadwan

L’isola di Shadwan è famosa per le barriere coralline. Molti turisti lo visitano ogni anno per godersi la vista panoramica e praticare immersioni e pesca. Per motivi di bellezza marina, i viaggi si dirigono da Hurghada e Safaga a quest’isola. Ma il governo egiziano non consente lo sbarco su quest’isola o lo svolgimento di attività turistiche nei suoi territori.

I turisti possono anche praticare le immersioni, soprattutto nella parte settentrionale dell’isola, dove si estende in quella parte una parete di pittoresco corallo naturale, che raggiunge più di quaranta metri. Ci sono anche pesci corallo, pesci ventaglio, squali pinna bianca, squali pinna grigia, slavi embricati e bellissimi delfini. Così, è possibile praticare pesca, apnea e snorkeling con attrezzatura su quest’isola.

Storia

L’isola di Shadwan è una delle isole al largo più costose per il popolo del Mar Rosso e per tutto l’Egitto. In collaborazione con i pescatori del Mar Rosso, gli eroi delle forze armate hanno affrontato l’aggressione israeliana nel 1970. La chiamiamo la battaglia di Shadwan e da allora è diventata il 22 gennaio, la Giornata nazionale del Mar Rosso Governatorato.

Giornata Nazionale del Governatorato del Mar Rosso

L’isola di Shadwan è stata testimone di una famosa epopea durante la guerra di logoramento. Il popolo del governatorato ha partecipato con le sue forze armate alla sconfitta della brutale aggressione sull’isola. Questa partecipazione avvenne attraverso la fornitura e l’assistenza alle forze armate di tutti i mezzi e media marittimi il 22 gennaio 1970. Pertanto, il governo considerò questo giorno una festa nazionale per il Governatorato del Mar Rosso.

Venerdì 22 gennaio ricorre l’anniversario della partecipazione dei figli di Hurghada da parte dei pescatori delle forze armate a respingere l’aggressione israeliana dell’isola di Shadwan, gennaio 1970. La data della celebrazione annuale della Giornata Nazionale del Governatorato del Mar Rosso .

Il Governatorato del Mar Rosso ha scelto il giorno della battaglia come festa nazionale. Celebra questo giorno ogni anno, apre diversi progetti di servizio e onora i partecipanti alla lotta o le famiglie dei martiri.

Battaglia di Shadwan

L’isola è stata testimone di una famosa epopea. La gente del Governatorato del Mar Rosso ha condiviso con i soldati delle forze armate per resistere alle forze di occupazione. E le informazioni storiche sulla battaglia di Shadwan indicano che le forze nemiche israeliane hanno lanciato un massiccio attacco sull’isola per via aerea e marittima. Hanno anche attaccato le case dei civili che gestiscono il faro. Un piccolo fulmine egiziano di mare e di terra custodisce il faro, situato a sud dell’isola. Nonostante l’intercettazione di aerei israeliani per via aerea e il loro “lancio” via mare, la gente del governatorato non ha abbandonato le proprie forze e ha consegnato munizioni, rifornimenti e armi su pescherecci dalla spiaggia di Hurghada all’isola di Shadwan.

L’attacco

La battaglia di Shadwan iniziò dal 22 gennaio 1970 al 26 gennaio. Questa battaglia ebbe luogo sull’isola di Shadwan all’ingresso del Golfo di Suez, a 35 km da Hurghada, quando l’aggressione israeliana tentò di occupare l’isola di Shadwan per rispondere al successo e dolorosi scioperi delle forze armate egiziane durante la guerra di logoramento.

Di conseguenza, l’esercito diede ordini agli uomini di Thunderbolt per impedire al nemico di occupare l’isola. La battaglia iniziò con un bombardamento aereo sull’isola per più di due ore. Successivamente, il 23 gennaio 1970, l’aviazione attaccò il nemico sull’isola e lo costrinse a ritirarsi. Quest’anno è festa nazionale per il Governatorato del Mar Rosso. Inoltre, Shadwan divenne l’isola marina più preziosa per la gente del Mar Rosso.

I membri di Thunderbolt egiziani hanno combattuto coraggiosamente il battaglione paracadutisti israeliano e hanno causato gravi perdite alle forze nemiche. Le unità di difesa aerea egiziane sono state in grado di abbattere due aerei nemici, Mirage e Skyhawk, e il nemico ha continuato ad avanzare per prendere d’assalto le posizioni delle forze di guardia nel sud dell’isola. E chiedevano alla forza egiziana di arrendersi. E nonostante il violento bombardamento aereo, le truppe egiziane si rifiutarono di arrendersi e combatterono valorosamente e coraggiosamente. Quindi, il nemico continuò i suoi tentativi di controllare l’isola e impedire il rifornimento ai soldati egiziani attraverso il mare. Tuttavia, hanno fallito nonostante la loro superiorità numerica, i violenti bombardamenti aerei e molti negozi.

la difesa

 Il giorno successivo ai combattimenti, corrispondente a venerdì 23 gennaio, l’aeronautica egiziana ha bombardato i siti che il nemico era in grado di raggiungere sull’isola di Shadwan, mentre le nostre forze navali hanno svolto lavori per rafforzare l’influenza egiziana sull’isola, che ha portato al ritiro delle truppe israeliane dall’isola.

La storia dell’isola di Shadwan segna Shadwan. La caratteristica essenziale della storia dell’isola è la battaglia di Shadwan. Questa battaglia ebbe luogo nel gennaio 1970 d.C., dove ebbe luogo la battaglia tra il nemico israeliano e la gente dell’isola che resistette all’attacco. Nel gennaio 1970 dC, le pesanti perdite che colpirono l’israeliano furono ragioni significative per il suo ritiro dall’isola di Shadwan.

Durante la guerra di logoramento tra Israele ed Egitto, le truppe egiziane fortificarono e controllarono l’isola. Il 22 gennaio 1970 fu il luogo dell’operazione Rodi, un assalto in elicottero delle truppe israeliane che occupò l’isola per 36 ore. Durante la battaglia morirono 70 soldati egiziani e 3 israeliani.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.