Tempio di Thutmosi III

Tempio di Thutmosi III

Deir el-Bahari è la sede del tempio di Thutmosi III. Situato proprio nel centro della valle di Deir el-Bahari, il tempio si trova su una piattaforma rocciosa. Quindi, domina sulle altre strutture circostanti. Il Tempio di Hatshepsut e il tempio di Mentuhotep Nebhepetre circondano la struttura stessa.

Questi particolari templi risalgono all’XI dinastia. Questi templi, insieme al tempio di Thutmosi III, formano una splendida reliquia dell’antico Egitto.

Luogo del Tempio di Thutmosi III

Il tempio di Thutmosi III si trova a Deir el-Bahari. Inoltre, chiamato anche Monastero del Nord sulla riva occidentale del Nilo attraverso la città di Luxor. La posizione viene separata dalla valle dei re dal monte el Qurna.

Storia del Tempio di Tuthmosi III

La costruzione del tempio ebbe luogo nell’ultimo decennio del regno di Thutmosi III. Possiamo supporre che fosse intorno al periodo del 1435-1425 a.C. Molto probabilmente, il tempio fu distrutto da un terremoto. Ciò avvenne all’inizio della ventunesima dinastia. Alla fine avvennero molte scoperte. Uno di questi erano i frammenti di pareti ricoperti di decorazioni in rilievo.

Inoltre, l’edificio ha modellato i templi terrazzati vicini. Assomiglia ai loro portici a pilastri che fiancheggiavano le rampe che portavano ai livelli più alti.

Djeser-Akhet (“Santo dell’orizzonte”) è un altro nome per questa struttura. Successivamente, gli archeologi hanno portato alla luce i resti per il tempio di Thutmose III negli anni 1962-1967.

Il professor Kazimierz Michalowski ha iniziato questi scavi. È stato direttore del Centro polacco di archeologia mediterranea dell’Università di Varsavia al Cairo. Una ripresa dei lavori è stata fatta nel 1978 per ricostruire le decorazioni del tempio.

Thutmosi III

Thutmosi III governò l’Egitto durante la XVIII dinastia. Il faraone egiziano regnò tra il 1479 e il 1425 a.C. Il figlio del faraone Thutmose II e di Iside perse il padre all’età di tre anni. Poiché il giovane re era troppo giovane per governare l’Egitto, la sua matrigna servì come reggente.

Più tardi, Hatsheput si dichiarò faraone. Quindi, rendendo Thutmose comandante dei grandi eserciti egiziani. Alla morte di Hatshepsut, Thutmosi III finalmente salì al trono e governò l’Egitto.

Il re allargò i confini dell’Egitto in Siria, Palestina, Megiddo, Mitanni. Ha ottenuto con successo il controllo delle miniere d’oro della Nubia. Quindi, aumentando il tesoro dell’Egitto e affermandosi come un grande sovrano.

Orientamento del Tempio

Il tempio era più piccolo di altri complessi eretti in precedenza a Deir el-Bahari. Una piccola terrazza sopraelevata immediatamente a nord-ovest del tempio funerario di Mentuhotep II ospita il tempio di Thutmose III. Quindi, posizionato strettamente tra Mentuhotep II e il tempio di Hatshepsut immediatamente a nord-est.

La parte più grande del tempio di Thutmosi si trova sopra la terrazza superiore del tempio di Hatshepsut. Poggia su una piattaforma quadrata parzialmente tagliata nella roccia. Inoltre, la piattaforma costituisce in parte pietre sciolte sostenute da rivestimento in pietra.

Scopo del Tempio

Il tempio onora principalmente il dio Amon. Inoltre, venera entrambe le forme del dio; Amon-Ra e Amon-Kamutef. Il tempio probabilmente ha avuto un ruolo nel culto funerario del faraone. Tuttavia, il vero tempio funerario del re Hankhet-Ankh è a breve distanza. È un po’ a sud di Deir el-Bahari, adiacente alla collina di Qurna.

Gli storici dicono che il tempio potrebbe aver giocato un ruolo importante nella “Bella Festa della Valle”. Questa festa dell’antico Egitto celebrava i morti. Inizialmente, il tempio Hatshepsut soddisfaceva lo scopo di questo festival. Tuttavia, molto probabilmente, il tempio di Thutmose ha ricevuto la nave del dio durante il suo viaggio.

Costruzione

Rekhmire, l’alto funzionario, visir di Thutmose III, supervisionò la costruzione del tempio. Ciò è accaduto nell’ultimo decennio del regno del re. Il tempio stesso compromette sia l’arenaria che il calcare. William C. Hayes ha pubblicato prove documentali che hanno rivelato che la costruzione è iniziata nell’anno di regno 42.

Probabilmente non fu completato entro l’anno di regno 54, che fu quando il re morì. Pertanto, la struttura ha visto il completamento attraverso il successore del re Amenhotep II.

Scoperta del tempio

Gli studiosi credevano che il tempio fosse stato testimone di un’ampia distruzione entro la fine della XX dinastia. Una frana circa 250 anni dopo il suo completamento potrebbe aver causato questo. Successivamente, il tempio fu saccheggiato dei suoi blocchi di arenaria.

Infine, la parte edificata della sua piattaforma di supporto ha visto un crollo completo. Ciò ha portato all’angolo sud-orientale del tempio che cade sul tempio di Mentuhotep sottostante.

Tuttavia, esisteva chiaramente una strada rialzata che portava al sito vero e proprio. Gli archeologi hanno scoperto il tempio negli anni ’60. Hanno recuperato frammenti di rilievo da Djeser-Akhet tra le macerie del tempio Mentuhotep II. Gli scavi della Egypt Exploration Society hanno trovato questi frammenti e hanno prefigurato la riscoperta del tempio diversi decenni dopo.

Ricostruzione del tempio

Il tempio di Thutmosi III ha subito una distruzione su larga scala. Questo, a sua volta, ha ostacolato il processo di ricostruzione. Tuttavia, la terrazza superiore ha visto la ricostruzione a causa dei contorni delle pareti. Questi erano visibili sui resti dei marciapiedi. Inoltre, anche le basi e i fusti delle colonne parzialmente conservati ne mostravano le forme.

Gli scavi hanno portato alla scoperta di decine di migliaia di frammenti di rilievo e iscrizioni murarie. Inoltre, hanno trovato anche statuette, stele di dignitari e sculture del sovrano.

Ciò includeva una statua di pietra alta 2 metri di Thutmosi III. PCMA UW ha ripreso il suo lavoro nel 1978 e continua fino ai giorni nostri. Collabora con il Museo Nazionale di Varsavia e il Ministero delle Antichità egiziano.

Il loro scopo principale è quello di concentrarsi sulla ricostruzione del rilievo e della decorazione architettonica. Inoltre documentano e conservano bassorilievi policromi. Dal 2008 Monika Dolinska dirige l’opera.

Oggi

Attualmente sopravvive un piccolo tratto del muro occidentale con alcune camere. Queste strutture hanno visto il restauro per la maggior parte. Inoltre, i rilievi dipinti sono tenuti in posizione da blocchi policromi.

Lo scavo al tempio continua a fornire materiale interessante. Gli archeologi ottengono utili approfondimenti sull’importante periodo della civiltà egizia antica.

Conclusione

Il tempio di Thutmosi III vanta il potere reale che il re deteneva durante il suo tempo. Nonostante lo stato della sua distruzione, il tempio ha portato alla luce preziose informazioni sulla vita dei re. I visitatori possono vedere i grandi templi in piedi fianco a fianco nel complesso di Deir el-Bahari.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.