Palazzo Montaza

Alessandria si trova nel delta del fiume Nilo; risale al 332 aC dal re e grande commendatore Alessandro Magno. Alessandria è il porto marittimo più importante e la seconda città più grande dell’Egitto. È una città antica che risale a 2300 anni. In effetti, è la parte più bella per essere il quartiere reale di Bruhein. Il palazzo del re sorgeva lì in questa zona storica. Il re d’Egitto lo riempiva continuamente di edifici nuovi e insoliti. Come disse Strabone in “Geografia”: “Ogni re, per il suo amore per la pompa, di solito aggiungeva qualche decorazione a tutti i monumenti”. Un muro che circondava questo elegante quartiere reale circondava il quartiere alla moda come una fortezza; anche la guardia reale lo custodiva. Le camere di guardia si trovavano non lontano dal palazzo di Montaza stesso.

Luogo di Palazzo Montaza

Scelta del luogo

La maestosa Alessandria ha portato per molti anni il nome del suo comandante Alessandro Magno. Eppure di lui non c’è quasi traccia in città, né nei nomi delle strade né nei monumenti. I greci seppellirono il suo colonnello ad Alessandria, ma quando e come ci sono ancora molte controversie intorno ad esso. Anche gli eredi di Alessandro Magno non hanno lasciato nulla di eccezionale. Hanno portato con sé tutti i segreti nella tomba. Successivamente, la famosa dinastia dei Tolomei governò in questi luoghi. Ma non c’erano quasi tracce nemmeno dopo di loro.

Il palazzo sorge su una baia nella parte orientale di Alessandria; il Mar Mediterraneo lo circonda. L’architettura del complesso ha seguito le migliori tradizioni della Turchia e di Firenze. È considerato uno stile pseudo-moresco; in aggiunta, viene realizzata una torre sulla base di campioni prelevati dal Palazzo fiorentino di Vecchu. Tutto è perfettamente combinato; il castello è straordinario e affascinante. Tutti possono vedere la torre da tutti i lati della costa.

Oggi, il paese del dio Amon Ra, come lo chiamavano prima gli antichi egizi, ha guadagnato la sua popolarità, non solo grazie alle leggende e alle famose piramidi. Ci sono pezzi di architettura unici e affascinanti qui. È il palazzo reale di Montaza, che era la proprietà e la proprietà personale del re Farouk nei tempi antichi. Il castello è l’attrazione principale di Alessandria, nonché residenza estiva.

Palazzo Montaza è stato costruito in un posto bellissimo, circondato da un gran numero di palme. Il sovrano ha eseguito un gran numero di imprese per le persone. Per questo era venerato e trattato con grande rispetto.

Dintorni

Nelle vicinanze c’è un parco di 150 ettari, follemente bello e impeccabilmente pulito se lo identifichi con il resto dell’Egitto. Il parco è un luogo affascinante e straordinario dove tutto è in una disposizione armoniosa. Le statue greche si fondono perfettamente con la vegetazione rara e gli stagni limpidi. Gli egiziani costruirono il parco non lontano dal Mar Mediterraneo. Accanto ci sono spiagge incantevoli, molti vicoli situati tra i pini e palme su cui crescono i datteri. Puoi vedere casuarine di conifere e alberi di ficus. Nelle vicinanze si trova una piccola insenatura con una bellissima spiaggia e un particolarissimo ponte vittoriano che collega l’intero parco con un isolotto.

Il palazzo di Montaza ha due edifici. L’imponente edificio è un posto per uomini. Ora l’ingresso non è disponibile perché è la residenza del Presidente dell’Egitto. Piccolo – solo le donne potevano venire in questa parte, che ora appare come un hotel di lusso. Se entri nel palazzo stesso, puoi vedere molte stanze, almeno 250 di esse. Su tutte le stanze e sui mobili del castello è incisa la lettera F. Questa lettera era obbligata a portare grande felicità a tutti gli eredi che continuavano la linea di Muhammad Ali. Il re Fouad chiamò tutta la sua progenie con nomi che iniziavano con questa lettera. Aveva un figlio Farouk e quattro figlie: Faiza, Faysia, Faika e Fawzia. Anticamente il re stesso, i membri della sua numerosa famiglia e molti sudditi trascorrevano qui il loro tempo libero. È di grande importanza che il re abbia trascorso quasi tutta la sua infanzia in questo bellissimo luogo. Nel 1952, al culmine della rivoluzione, dovette lasciare questo luogo accogliente e tranquillo.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.