Cittadella del Cairo

Cittadella del Cairo

La Cittadella del Cairo o Cittadella di Saladino è un monumento iconico del Cairo islamico. Originariamente chiamata Qalaʿat Salāḥ ad-Dīn in arabo, la Cittadella è un picco nella storia. Arroccato su un profondo pendio, il forte offre la vista più magnifica del Vecchio Cairo. El-Nasir Salah El-Din Yusuf Ibn Ayyub costruì questa cittadella in Egitto.

Il sultano intendeva che il forte proteggesse il Cairo da potenziali attacchi dei crociati. Inoltre, nel 1976 l’UNESCO ha dichiarato questo monumento come parte del Patrimonio dell’Umanità. Questa magnifica struttura è stata testimone di numerosi eventi storici nel corso della storia.

Luogo della Cittadella del Cairo

La posizione della Cittadella sulle colline di Mokattam gode di una posizione strategica sulla città. Situato nel centro del Cairo, questa zona è il punto più alto del Cairo. Puoi trovare la Cittadella da 15 a 25 minuti dal centro del Cairo.

Chi era Saladino?

Saladino sembra essere il primo sultano d’Egitto e di Siria. Ha guidato la campagna militare musulmana contro gli stati crociati. Alla fine, vinse Gerusalemme, rendendola uno stato islamico. La storia lo descrive come un leader caritatevole e religioso.

Motivo dietro la costruzione della cittadella del Cairo

Il forte era la fortificazione militare più imponente e ambiziosa del suo tempo. Il sultano iniziò la costruzione di una massa di terra sotto le colline di Muqattam. Pertanto, questa impostazione ha reso la Cittadella un luogo difficile da attaccare. La Cittadella del Cairo rimase il cuore del governo egiziano fino al XIX secolo.

Il sovrano curdo ayyubide Salah al-Din (Saladino) iniziò il progetto tra il 1176 e il 1183 d.C. Saladino decise di costruire un muro che avrebbe circondato il Cairo e Fustat.

Saladino prese il controllo dell’Egitto e decise che il Cairo avrebbe dovuto avere una fortificazione migliore. Sentiva che una cittadella fortificata avrebbe protetto la città da futuri attacchi. Inoltre, a quel tempo, il rischio di attacchi crociati era al culmine.

Il sultano trovò ispirazione nelle cittadelle siriane e libanesi. Inoltre, riconobbe l’importanza di un imponente forte per proteggere il Cairo.

Storia della costruzione

La costruzione del forte iniziò nel 1176. Tuttavia, non fu completata fino al 1182. La costruzione terminò durante il regno di Al Malek El Kamel. Così, Al Malek divenne il primo sovrano a risiedere nella Cittadella.

Saladino ha incaricato il suo stretto confidente Baha al-Din Qaraqush di supervisionare la costruzione. La maggior parte della struttura è costituita da calcare estratto dalle colline circostanti.

Antiche storie raccontano che Saladino prese pietre da alcune piramidi di Giza. Successivamente, questi divennero parte del forte. Forse i soldati dell’esercito, insieme ai prigionieri crociati, hanno lavorato alla costruzione.

Hanno scavato un enorme pozzo all’interno della Cittadella. Nel caso in cui i crociati assediassero il forte, i soldati avrebbero avuto una scorta d’acqua. Durante il XII secolo, la costruzione di questo pozzo non fu altro che una meraviglia. Inoltre, era profondo 90 metri e scavato all’interno delle rocce più dure.

La Cittadella del Cairo è una delle fortezze più eleganti del medioevo. Inoltre, la sua posizione strategica offriva una vista a volo d’uccello del vecchio Cairo. Se i nemici avessero mai preso il Cairo, la Cittadella sarebbe un luogo eccellente per ritirarsi. Quindi, era la vera definizione di fortezza.

Disposizione iniziale del forte

La fortezza iniziale consisteva essenzialmente nell’odierna chiusura nord e chiusura sud. La sezione sudoccidentale originale del forte è oggi scomparsa. Molto probabilmente, si estendeva intorno all’attuale sito della moschea di al-Nasir Muhammad. La parte meridionale fungeva da residenza del re. Al contrario, la parte settentrionale fungeva da forte militare.

La Cittadella si circondava di numerose mura e torri. C’era un posizionamento di una torre ogni 100 metri. Il forte aveva diverse porte. L’attuale porta, chiamata Mokattam Gate, fu costruita durante la dinastia ottomana. Più tardi, Muhammad Ali fece un nuovo cancello nel 1827.

Porta El Mokatam

La costruzione della porta avvenne nel periodo ottomano. Attualmente si chiama Porta Salah Salem, riferendosi alla sua posizione attuale. Il cancello di Mokattam è stato costruito a sud della torre di Mokattam.

La porta ha subito danni nel tempo ed è stata principalmente persa quando il governo egiziano ha apportato modifiche. La costruzione della porta Salah Salem ebbe luogo nel 1955. Qui ebbe luogo la costruzione di una nuova porta. Pertanto, rendendolo il cancello da cui oggi gli ospiti entrano nella Cittadella.

Bab EL Hadid o la Porta di Ferro

Mohammed Ali costruì la Porta di Ferro nel 1822. Aprì una strada che collegava questa porta al resto del Cairo. Inoltre, oggi è conosciuta come le strade di Bab Al Hadeed.

Ulteriore costruzione all’interno della Cittadella del Cairo

  • Mamelucchi

I Mamelucchi rovesciarono la dinastia ayyubide di Saladino. Successivamente ampliarono il complesso. Magnifici palazzi e harem entrarono a far parte della struttura. Gli edifici costruiti sotto i Mamelucchi dominavano lo skyline della città. Al-Nasir Muhammad ha realizzato importanti opere nella Cittadella. Tuttavia, la maggior parte di loro cadde durante il periodo ottomano. Il sultano rinnovò anche l’acquedotto del Nilo.

La principale costruzione che rimane del regno del sultano è la Moschea di al-Nasir. Costruita nel 1318 e ristrutturata nuovamente nel 1335, la Moschea è ancora ben conservata. Tuttavia, il sultano ottomano portò via la maggior parte dei suoi ricchi pannelli di marmo a Istanbul in seguito.

  • ottomani

La costruzione più notevole del periodo ottomano è la Moschea di Sulayman Pasha. Questa rimane una delle poche moschee del Cairo che rappresenta lo stile architettonico classico ottomano.

  • Pasha Muhammad Ali

Muhammad Ali si è affermato come sovrano indipendente dell’Egitto. Invitò i restanti capi mamelucchi nella Cittadella. Più tardi, il suo esercito aprì il fuoco su di loro. Quindi, uno dei momenti più importanti del colpo di stato ha avuto luogo all’interno della Cittadella.

Una delle moschee più famose al mondo è la Moschea di Muhammad Ali. È anche conosciuta come la Moschea d’Alabastro. Questa moschea in stile ottomano ha ricordato e onorato Tusun Pasha. Era il secondo figlio di Muhammad Ali.

Il sultano demolì molte vecchie strutture per far posto alla sua nuova moschea. All’interno di questa casa di preghiera, Muhammad Ali ha trovato il suo ultimo luogo di riposo. Alla fine, questa Moschea divenne la Moschea principale della Cittadella. Questa bellissima struttura è attualmente un piacere per i visitatori.

Oggi

Nel 1983, il governo egiziano ha aperto al pubblico gran parte della Cittadella. Inoltre, hanno iniziato i lavori di riparazione per convertire i vecchi edifici in musei. Oggi il sito contiene molte moschee e musei del periodo ottomano. I visitatori possono anche vedere incredibili viste del Cairo e del deserto oltre. Quindi, la Cittadella del Cairo è un’enorme attrazione turistica per egiziani e turisti.

Conclusione

La Cittadella di Saladino rimarrà sempre una delle strutture più importanti dell’Egitto. Le mura del forte hanno assistito ad alcuni degli eventi più storici. La meravigliosa architettura della Cittadella continua a stupire le persone. Visitare la Cittadella consente ai visitatori di dare un’occhiata alla storia.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.