Complesso di Deir el Bahari

Complesso di Deir el Bahari

Deir el-Bahari è essenzialmente un complesso di templi funerari e tombe. Il primo monumento costruito qui è il tempio funerario di Mentuhotep II dell’XI dinastia. La costruzione di questo tempio iniziò nel 21° secolo a.C. Più tardi, durante la diciottesima dinastia, anche Amenhotep I e Hatshepsut costruirono monumenti in questo sito. La parola araba Deir el-Bahari è una traduzione in inglese del monastero settentrionale. Storicamente, questo nome si riferisce a quel monastero costruito lì nel VII secolo d.C.

Posizione del complesso di Deir el-Bahari

Questa struttura si trova sulla riva occidentale del Nilo, di fronte alla città di Luxor, in Egitto. Indubbiamente, questo sito costituisce una parte importante della necropoli tebana. Il picco di el-Qurna lo separa dalla Valle dei Re. Geograficamente, si trova sugli stessi assi dei complessi templari di Karnak e Luxor a Tebe.

Significato del luogo

Hathor era la dea che allattava e allevava ogni re. Ciò includeva il loro antenato mitologico, il dio Horus. Per la dea, il sito di Deir el-Bahari era sacro. Inoltre, la gente credeva che una manifestazione della dea risiedesse sulle colline.

Quindi, il tempio di Hatshepsut si trova sotto le ombre di queste colline. Dall’altro lato si trova la Valle dei Re. Questo è l’ultimo luogo di riposo di alcuni dei più famosi sovrani dell’antico Egitto.

Da queste montagne emergono Stele che recano preghiere a Hathor in forma di vacca. Questa particolare formazione geologica ricorda una sommità naturalmente a forma di piramide. Ecco perché il re Nebhepetre Mentuhotep scelse questo luogo come sua tomba e tempio funerario.

Cosa costituisce il complesso di Deir el-Bahari?

Il complesso di Deir el-Bahari è costituito da tre templi. Queste terrazze artigianali salgono lentamente verso la parete rocciosa. Quindi, questo rende uno spettacolo mozzafiato da vedere. Il bellissimo tempio del faraone Hatshepsut è la struttura più popolare del complesso. Oltre a ciò, il sito ospita anche altri due templi. Questi templi avevano lo scopo di adorare i faraoni che li costruirono.

Il tempio più antico del sito risale all’XI dinastia. Attraverso questo tempio funerario, il faraone Mentuhotep poté darsi onore come dio. L’ultimo tempio costruito in questo complesso è del faraone Thutmose III. Gli antichi egizi dedicavano questo tempio al culto del dio Amon.

Scoperta di questi templi nel complesso di Deir el-Bahari

Tre templi dell’antico Egitto sono stati persi nel tempo fino a quando gli storici non li hanno scoperti. In primo luogo, il tempio del re Mentuhotep II ha perso gran parte della sua struttura originale. Successivamente, gli storici hanno scoperto il tempio a terrazze della regina Hatshepsut tra il 1894-96.

Successivamente ha subito un parziale restauro. Una missione archeologica polacca ha deciso di restaurare il terzo santuario a terrazza e il muro di contenimento nel 1968. Hanno anche scoperto il terzo tempio di Thutmose III nel 1435 a.C. tra i due templi precedenti. Tutti e tre i templi collegati tra loro attraverso lunghe strade rialzate ai templi della valle. Aveva anche strutture per l’attracco.

Le caratteristiche del complesso di Deir el-Bahari

Le seguenti caratteristiche sono così importanti nel complesso di Deir El-Bahari:

Tempio funerario di Nebhepetre Mentuhotep

Mentuhotep II riunì l’Egitto all’inizio del Medio Regno. Ha costruito un insolito complesso funerario. Il tempio ha visto la costruzione su più livelli nella grande baia di Deir el-Bahari.

Sulla terrazza, inoltre, si erge una grande struttura quadrata. Potrebbe rappresentare il tumulo primordiale. Poiché il tempio è rivolto a est, il design potrebbe riguardare il culto del sole di Re.

Si apre su una tomba incompiuta che contiene una statua seduta del re. Gli archeologi hanno anche trovato qui le statue del re della dodicesima dinastia Senusret III. Il complesso del tempio aveva anche sei cappelle mortuarie e tombe a pozzo. Questi erano destinati alle mogli e alle figlie del faraone.

Tempio funerario di Hatshepsut

Il monumento più popolare nel complesso di Deir el-Bahari è il tempio funerario della regina Hatshepsut. È anche conosciuto come Djeser-Djeseru o “Il Santo dei Santi”. Questa bellissima struttura è colonnata e progettata da Senenmut. Serviva allo scopo di adorare la regina e onorare il dio Amon.

Il tempio ha visto costruzioni nella parete rocciosa che si ergeva bruscamente sopra di essa. Quindi è considerato uno dei monumenti più incomparabili dell’antico Egitto. È alto 97 piedi. Situato nel bacino della valle di Deir el-Bahari, le scogliere circondano il tempio. Sfortunatamente, oggi le terrazze del Deir el-Bahari rappresentano solo una debole versione della visione di Senenmut.

Tempio di Thutmosi III

Thutmose III costruì un complesso di templi che adorava il dio Amon. Scoperto nel 1961, il tempio ha avuto un ruolo importante nella bella festa della valle. In primo luogo, una frana nell’ultimo ventesimo secolo ha causato ingenti danni alla struttura di questo tempio.

In secondo luogo, il tempio serviva come fonte di materiali da costruzione. Infine, in epoca cristiana divenne sede di un cimitero copto.

Tombe reali e non reali nel complesso di Deir el-Bahari

Un recesso nascosto nelle scogliere a sud dei templi ha rivelato una tomba. Conteneva un nascondiglio di quaranta mummie reali. I sacerdoti hanno trasferito qui le mummie dalla Valle dei Re. Molto probabilmente i corpi furono collocati lì dai sacerdoti della ventunesima dinastia. L’intenzione era quella di prevenire ulteriori profanazioni e saccheggi.

In origine la tomba doveva essere l’ultimo luogo di riposo per i sacerdoti. Molto probabilmente per la famiglia di Pinedjem II della XXI dinastia. Inoltre, nella cache sono state trovate le mummie di Ahmose I, Amenhotep 1, Thutmose I, Thutmose II, Thutmose III. Inoltre, hanno anche trovato mummie di Ramesse I, Seti I, Ramesse II e Ramesse IX.

Gli storici hanno anche trovato i sommi sacerdoti e faraoni della ventunesima dinastia Pinedjem I, II in una stanza diversa. Inoltre, qui si trovano le tombe private del regno di mezzo. Queste sono le due tombe private più famose situate a Deir-el Bahari.

Il primo è di Meketre dal regno di mezzo. Tuttavia, la seconda è la tomba segreta di Senemut. L’architetto e amministratore che ha supervisionato la costruzione del tempio Hatshepsut.

Cassa di pietra

Gli archeologi dell’Università di Varsavia hanno scoperto uno scrigno del tesoro e una scatola di legno. Risale a 3500 anni nel sito egiziano di Deir el-Bahari. La cassa di pietra consisteva di molti oggetti. La biancheria copriva tutti gli articoli.

Inoltre, il team ha anche trovato tre fasci di lino. Gli storici ritengono che il terzo fagotto contenesse un uovo di ibis. Questo aveva un significato simbolico per gli antichi egizi. Inoltre, una piccola scatola di gingilli scoperta all’interno del pacchetto presumibilmente aveva il nome di Thutmose II.

Conclusione

Il complesso di Deir el-Bahari ha avuto un grande significato archeologico e culturale dall’antico Egitto. Inoltre, i tre templi di questo complesso hanno fornito agli storici uno sguardo nel passato. Pertanto, i visitatori affollano il complesso per visitare questi splendidi templi e vedere i resti dell’antico Egitto.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.