The Temple of Kom Ombo

Tempio di Kom Ombo

Il Tempio di Kom Ombo è un doppio tempio nella città di Kom Ombo nel Governatorato di Assuan, nell’Alto Egitto. L’edificio è unico perché il suo design è costituito da due sezioni adiacenti. In altre parole, c’erano tribunali, sale, santuari e stanze duplicati per due serie di dei.

Storia del Tempio

Gli antichi egizi costruirono già un tempio nel Nuovo Regno per onorare gli dei Horus e Sobek. I blocchi riutilizzati suggeriscono un tempio precedente del periodo del Medio Regno. Tuttavia, piccoli resti del tempio del Nuovo Regno.

Il tempio esistente risale alla dinastia tolemaica, 180-47 aC. Tolomeo VI Philometor (180-145 aC) iniziò la costruzione di questo tempio all’inizio del suo regno. Altri Ptolemies contribuirono alla sua costruzione, in particolare Tolomeo XIII Theos Philopator (51-47 aC), che costruì gli ipostili interni ed esterni. Alcune aggiunte ad esso furono successivamente fatte durante il periodo romano.

Dopo l’annuncio del cristianesimo annunciato come religione ufficiale del paese durante l’epoca romana, alcuni dei rilievi interni furono deturpati dai copti. Il tempio fu quindi usato come chiesa.

Con la fine del periodo romano, il tempio fu trascurato. Recentemente, tutti gli edifici dei templi nella parte meridionale dell’altopiano sono stati ripuliti dai detriti e restaurati da Jacques de Morgan nel 1893.

Nel settembre 2018, il ministero delle antichità egiziano annunciò che una statua di sfinge in arenaria era stata scoperta nel tempio. La statua misura circa 28 cm di larghezza e 38 cm di altezza, probabilmente risale alla dinastia tolemaica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: