Dio Geb

Dio Geb

Geb era il dio egizio della terra. Fu anche un membro mitologico dell’Enneade di Eliopoli. Inoltre, Geb è anche chiamato il padre dei serpenti. I miti dell’antico Egitto affermano che la risata di Geb ha creato terremoti e che ha permesso ai raccolti di crescere. Nel complesso, Geb è considerato il dio della terra, della vegetazione, della fertilità, dei terremoti e dei serpenti.

Origine del nome di Dio Geb

Il nome del dio fu pronunciato come tale dal periodo greco in poi. Inizialmente è stato erroneamente letto come Seb. Tuttavia, il solito nome egiziano era Geb. Si traduceva vagamente in “Lo zoppo”. Le persone di solito scrivevano il nome con l’iniziale -g- o talvolta con -k-point.

La consonante radice iniziale del picchiettio ricorre una volta nei Testi della bara del Medio Regno. Inoltre, appare più spesso nei papiri mitologici della XXI dinastia e in un testo della tomba tolemaica di Petosiris a Tuna El-Gebel. Inoltre, a volte le persone scrivevano il nome con un hard -k iniziale, come menzionato nel testo del papiro della 30a dinastia nel Brooklyn Museum. Questo museo si occupa di descrizioni e rimedi contro i serpenti.

Rappresentazione e iconografia che circondano Dio Geb

La più antica rappresentazione del dio Geb proviene da un rilievo frammentato come un essere barbuto con il suo nome scritto su di esso. Il rilievo risale al regno del re Djoser, la 3a dinastia. Gli storici l’hanno scoperto da Eliopoli. Tuttavia, il dio Geb non ha mai ricevuto un proprio tempio.

In seguito, le immagini rappresentavano anche il dio come un ariete, un toro o un coccodrillo. Gli storici hanno visto quest’ultima rappresentazione in una vignetta del Libro dei Morti della signora Heryweben presente al Museo Egizio del Cairo. La gente spesso temeva Geb come il padre dei serpenti. Un incantesimo dei Testi della bara descrive Geb come il padre del serpente mitologico Nehebkau.

Inoltre, le mitologie descrivono Gab come un re divino primordiale d’Egitto. Da lui, suo figlio Osiride e suo nipote Horus ereditarono la terra. Questo è successo dopo diverse guerre con il dio dirompente Set, fratello e assassino di Osiride. I miti personificano anche Geb come terra fertile e deserto arido. Quest’ultimo contiene i morti o li libera dalle loro tombe. Metaforicamente le persone lo interpretavano come “Geb che apre la mascella”. Rappresenta anche la prigionia di coloro che non sono degni di andare nel fertile Campo di Canne celeste del Nord-Est.

Mitologie associate a Geb

Dio Atum o Ra ha creato un gruppo di nove dei all’inizio dei tempi. Enneade eliopolita si riferisce a questo. In questo, Geb è il marito del dio Nut, il dio del cielo o del giorno. Geb era il figlio dei primi elementi primordiali Tefnut (umidità) e Shu (vuoto). Insieme a Nut, generò quattro divinità minori del sistema. Osiride, Seth, Iside e Nefti.

In questa mitologia, si credeva che Geb fosse inizialmente fidanzato con la dea Nut. Inoltre, Shu, il dio dell’aria, doveva separare Geb da Nut. Quindi, antiche raffigurazioni mostrano Geb come un uomo sdraiato con il fallo ancora puntato verso Nut. Insieme, Geb e Nut hanno formato il confine permanente tra le acque antiche e il mondo appena creato.

Le diverse interpretazioni del dio Geb

Con il passare del tempo, Geb divenne più associato alla terra d’Egitto. Inoltre, la gente identificava Geb come uno dei primi governanti del paese. Il dio divenne inoltre imparentato con l’acqua dolce e la vegetazione. La gente credeva che l’orzo crescesse sulle sue costole. Inoltre, le immagini spesso raffiguravano il dio con piante e altre macchie verdi sul suo corpo.

Il suo legame con la vegetazione, la guarigione e il mondo sotterraneo associava inoltre Geb come marito di Renenutet. Era una dea minore del raccolto e custode del giovane re a forma di cobra. I miti vedevano la stessa Renenutet come la madre di Nehebkau, un dio serpente legato agli inferi. Gli storici lo equiparano anche al greco Titano Crono.

Spesso c’è un dibattito tra Shu e Geb per determinare chi fu il primo dio-re d’Egitto. La mitologia afferma come Shu, Geb e Nut siano stati separati per creare il cosmo. Inoltre, gli storici lo interpretano nelle emozioni umane: esporre l’ostilità e la gelosia sessuale. Shu si ribellò all’ordine divino e Geb sfidò Shu. Inoltre, Geb prese la moglie di Shu’sShu, Tefnut, come sua regina principale. Inoltre, questo porta alla separazione di Shu dalla sorella-moglie. Geb ha fatto questo atto in cambio di ciò che ha fatto Shu. Il libro Heavenly Cow afferma inoltre che Geb è l’erede del dio del sole in partenza. Successivamente, Geb passò il trono a Osiride e poi assunse il ruolo di giudice nel Tribunale Divino degli dei.

Geb e oca

Alcuni egittologi affermano che Geb è legato a una creatura divina mitologica, Goose. Credono che Goose abbia deposto un uovo mondiale da cui sono scaturiti il ​​sole e il mondo. Tuttavia, questa teoria è sbagliata e deriva dal confondere il nome divino “Geb” con quello di un’oca lombardella.

Si possono trovare immagini di questo uccello divino sulle pareti del tempio di Karnak e Deir-el-Bahari. Mostrano una scena del re in piedi su una zattera di papiro che coglie il papiro per il dio tebano Amon-Re-Kamutef. Dio Amon potrebbe incarnare un’oca del Nilo, ma mai in un’oca lombardella. Inoltre, le immagini non hanno mai raffigurato lo stesso Geb come un’oca del Nilo.

Geb come Crono

Nell’Egitto greco-romano, la gente identificava Geb con il dio greco Crono. Questo perché Crono aveva una posizione simile come padre degli dei nella mitologia greca. Inoltre, Tebtunis rappresentava l’iconografia locale degli dei. Qui Tebtunis descrisse Geb come un uomo con attributi di Crono e Crono con qualità di Geb.

I sacerdoti del tempio principale locale identificati come “Soknebtunis-Geb” nei testi egizi. Al contrario, nei testi greci, si identificavano come “Soknebtunis-Cronus”. Inoltre, i nomi egizi formati con il nome del dio Geb erano popolari tra gli abitanti dei villaggi locali.

Conclusione

Per riassumere, la mitologia egizia identifica Geb come uno degli dei più importanti dell’antico Egitto. Proviene da una linea essenziale di divinità e ha avuto figli altrettanto importanti. Dopo Atum, il dio risiedeva solo nel cosmo insieme a Shu, Tefnut e Nut. Gli antichi egizi collegavano eventi potenti come i terremoti a Geb. Inoltre, gli antichi egizi riconoscevano spesso Geb come il dio delle miniere e delle caverne.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.